Premiati i vincitori del memorial “Emilio Valerioti”

Valentina Capoccia per “Il canto del mare”, Luigi Morucci per “Ritratti”, Mauro Gatti per “Il meglio della natura” e Alberto Cappellacci per “Fotoracconta una città” sono i vincitori del memorial “Emilio Valerioti”. In una sala D. H. Lawrence affollata si è svolta il 31 marzo la cerimonia di premiazione del concorso fotografico.

La manifestazione ha avuto quest’anno 70 iscritti per quasi 200 immagini in gara esposte nella mostra collettiva che ottenuto un grande successo di pubblico. “Siamo cresciuti in qualità – afferma Maria Antonietta Valeriotti, organizzatrice della manifestazione -. Le foto premiate sono veramente belle e per la commissione non è stato facile scegliere”. Il premio della giuria popolare è andato a Federica Tosi

“La figlia di Thomas, Nicoletta Galletta, ha consegnato una splendida targa a nome della famiglia – aggiunge Maria Antonietta Valeriotti -. Un bel gesto per ricordare un amico e un collega molto caro anche a mio padre”. La cerimonia ha concluso la decima edizione della manifestazione che ha vissuto il 29 marzo, con la proiezione al cinema Etrusco dei corti di Emilio Valerioti, un altro intenso momento.

“I corti girati da mio padre tra gli anni ’50 e ’80 sono un bene della comunità tarquiniese – conclude Maria Antonietta Valerioti -. Tutti i posti della sala erano occupati. C’erano le persone che hanno girato le scene con mio padre e tanti cittadini comuni che lo hanno conosciuto e stimato. Un ringraziamento particolare va a Leandro Piccioni, un amico prima di essere un grandissimo musicista e compositore, che ha voluto essere presente e ha speso parole importanti. E un altro grazie lo rivolgo allo stilista Roberto Prili di Rado, anche lui un amico che ogni anno partecipa come giurato al concorso e ha sempre un pensiero gentile verso Tarquinia e la manifestazione”.

Il memorial “Emilio Valerioti” è stato patrocinato dal Comune di Tarquinia e realizzato in collaborazione con le associazioni DotRaw e Viva Tarquinia.

Se ti piace fallo sapere al mondo: