Per la pineta altri 600 mila euro

“I finanziamenti per il risanamento della pineta di Fregene non sono stati bloccati perché non rispettavano le finalità dell’Iresa, come sostiene il consigliere Pietrosanti. C’è stato, invece, un problema tecnico legato proprio alla volontà di rispettare le regole. Quelle che impongono l’approvazione del bilancio entro il 31 dicembre”. Lo dichiarano i consiglieri e le consigliere di maggioranza.

“La Regione, nella persona dell’assessora Sartore, ha chiarito lo scopo dei fondi derivati dalla tassa Iresa confermando completamente la legittimità della nostra scelta di destinarli alla pineta di Fregene” continuano.

“Abbiamo chiarito, di nuovo, al consigliere Pietrosanti che questa amministrazione sta lavorando per risolvere il problema della pineta di Fregene prevedendo altri 600 mila euro per la messa in sicurezza – proseguono i consiglieri -, mentre i fondi Iresa saranno destinati all’accordo con la Sapienza per il monitoraggio dell’inquinamento acustico e delle polveri sottili, come già spiegato dal presidente della Commissione Ambiente”.

“Il consigliere Pietrosanti, oltre a non ascoltare le puntuali spiegazioni dei dirigenti d’area, non legge gli atti e non studia i documenti a disposizione di tutti – concludono -. Ha perso un’occasione, l’ennesima: poteva votare il nostro emendamento a tutela della pineta centenaria e dei cittadini. Non l’ha fatto e ora pensa con le polemiche di porre rimedio a questo errore”.

Se ti piace fallo sapere al mondo: